Il lamento del cane

Il lamento del cane

Lì nel quartiere lo chiamavano “il bastardo”, perché tanto per cominciare ce l’aveva proprio, la faccia da bastardo. Da ragazzino, morello e grazioso, pareva un bel saraceno – come disse una comare particolarmente ispirata – pronto a far razzie di…

Al buio

Al buio

1.L’asfalto bollente credo sia diventato tutt’uno con la mia pelle. Ancora qualche minuto e quando mi tireranno su gran parte dei miei avambracci si strapperà, rimanendo attaccata lì, a far da contrasto con il nero della strada. Non vedo l’ora…

Fuori

Fuori

Non è la resina secca a tenermi incollata alla panca, né il timore della conoscenza. In fondo, la consapevolezza ha il dono di farti vagliare qualsiasi rischio, anche quello meno plausibile. Mi chiedo, se di questi tempi, succeda così in…

La Parola bianca

La Parola bianca

In stato di agitazione, annoiato, sudato, masticando chewingam, uscivo dall’anfiteatro vuoto dove avevano appena proiettato un film hard, era la storia di un uomo che cercava ostinatamente di rompere un blocco di ghiaccio con un martello pneumatico; al suo interno…

Torna in alto