In nessun luogo

In nessun luogo

Un’arancia. Voglio un’arancia, grossa come il mio pugno. Rossa, di quelle dolci e aspre. Fibrosa. La voglio addentare male, così mi rimarranno tutti i fili tra i denti. Il sole è alto in cielo, così alto che mi disorienta. CondividiFacebookTwitteremailRedditTumblrLinkedin