Categoria: Racconti

Il Plastico

Il Plastico

Sono le sei del mattino, frate Silvano con una carezza sfiora la sveglia che gli ricorda puntuale le sue mansioni. Con lenta abitudine indossa il vecchio saio logoro, appoggiato sulla sedia vicino al letto e i sandali un tempo in…

Casa Buckley

Casa Buckley

Giravano molte voci su Casa Buckley, tutte ugualmente raccapriccianti per un motivo o per l’altro. Tutte, comunque, concordavano sul fatto che il Signor Buckley avesse abbandonato la casa in fretta e furia e che da allora non fosse mai più…

I viaggiatori

I viaggiatori

I viaggiatori sono pazzi.  Li incontri all’aeroporto dietro una maginot di trolley, che scrutano i monitor; sono in genere due, più il piccolo, un innocente strappato alla cameretta dei giochi per essere trascinato milioni di chilometri più in là in…

Il faro

Il faro

I mattoni cominciarono a venir giù mentre dormivo. Ebbi il tempo di alzarmi e correre, riuscii ad afferrare abiti e scarpe dalla sedia. Polvere e calcinacci mi cadevano addosso. Una trave precipitò sulla rampa di scale che avevo appena superato….

La bestia

La bestia

Simona a tutto pensò quella mattina, a una zuffa di gatti in amore, a un trekker che s’era perso, ai ladri, a un ubriaco, persino al suo ormai ex marito che, mosso da un’insospettabile moto di empatia, era passato ad…

In nessun luogo

In nessun luogo

Un’arancia. Voglio un’arancia, grossa come il mio pugno. Rossa, di quelle dolci e aspre. Fibrosa. La voglio addentare male, così mi rimarranno tutti i fili tra i denti. Il sole è alto in cielo, così alto che mi disorienta. CondividiFacebookTwitteremailRedditTumblrLinkedin

Torna in alto