Tag: Letteratura indipendente

Play

Play

So che aspetto hanno gli oggetti, conosco i colori e i lineamenti del mio viso. Ma so anche che queste cose me le dimenticherò.  Ogni tanto, in passato, osservavo una foto di me da un’angolatura insolita e mi stupivo notando…

Il Plastico

Il Plastico

Sono le sei del mattino, frate Silvano con una carezza sfiora la sveglia che gli ricorda puntuale le sue mansioni. Con lenta abitudine indossa il vecchio saio logoro, appoggiato sulla sedia vicino al letto e i sandali un tempo in…

La bestia

La bestia

Simona a tutto pensò quella mattina, a una zuffa di gatti in amore, a un trekker che s’era perso, ai ladri, a un ubriaco, persino al suo ormai ex marito che, mosso da un’insospettabile moto di empatia, era passato ad…

In nessun luogo

In nessun luogo

Un’arancia. Voglio un’arancia, grossa come il mio pugno. Rossa, di quelle dolci e aspre. Fibrosa. La voglio addentare male, così mi rimarranno tutti i fili tra i denti. Il sole è alto in cielo, così alto che mi disorienta. CondividiFacebookTwitterEmailRedditTumblrLinkedin

Torna in alto